LA CARNE È INDISPENSABILE (NE SIAMO CERTI?)


Sentiamo spesso parlare di alimentazione vegan in tv o sui giornali, ma purtroppo spesso in modo sbagliato: capita a volte che per scarsa informazione medici o dietisti affermino che l'alimentazione vegan sia pericolosa o scorretta. Niente di più sbagliato! Molti medici informati sostengono il contrario: sfatiamo qui alcuni miti dovuti all'ignoranza.

La carne è indispensabile per una corretta alimentazione!

La carne non è affatto indispensabile per l'essere umano. Se così non fosse, i vegetariani non vivrebbero mediamente più a lungo di chi mangia carne. Inoltre la carne messa in commercio è piena di antibiotici e ormoni: evitarla è solo di giovamento al nostro organismo. L’ADA (American Dietetic Association) dal 1987 dichiara che una dieta vegana correttamente bilanciata è salutare, adeguata dal punto di vista nutrizionale e adatta a tutti gli stadi del ciclo vitale (inclusi gravidanza, allattamento, svezzamento, infanzia e terza età), perché garantisce lo sviluppo fisiologico dell’organismo.

Siamo carnivori, per questo abbiamo i denti canini!

I canini presenti nella dentatura umana sono molto diversi dai canini dei carnivori. Un carnivoro ha lunghi canini affilati, adatti ad affondare nel corpo della preda, bloccarla e strapparne le carni, inseriti in una mandibola con apertura verticale adatta a facilitare la presa degli animali. I canini dell’essere umano sono corti e smussati, inadatti ad infilarsi in profondità nelle carni di un animale; l’ampiezza verticale della mascella è ridotta e permette al massimo di afferrare animali delle dimensioni di un topo. Inoltre la mandibola dell’uomo è in grado di spostarsi lateralmente per triturare i cibi vegetali: la dentatura dell’uomo è pertanto quella di un frugivoro.

Sei vegano? Avrai carenze di proteine!

Ovviamente chi non conosce la dieta vegetariana spesso pensa che questo tipo di alimentazione sia carente di nutrienti essenziali e non sia bilanciata, invece non è così. I vegani assumono le proteine dai legumi, dal tofu, dal seitan, dalla soia e dalla frutta secca. Per avere proteine di alta qualità, visto che le proteine vegetali spesso hanno un’insufficiente quantità di amminoacidi essenziali, basta solo combinare ad esempio i legumi con i cereali, quindi un piatto perfetto potrebbe essere pasta e fagioli.

Sei vegano? Avrai carenze di ferro!

E’ un classico: ti guardano, magari hai la carnagione chiara, il risultato? Pensano che tu sia anemico! Molti non sanno che il ferro si trova nelle verdure a foglie verdi, nei legumi e nella frutta secca e per assorbirlo più facilmente, essendo non-eme, è bene combinarlo con la vitamina C, quindi ad esempio insieme a della frutta, oppure spremendo un po’ di limone nell’acqua.

Sei vegano? Avrai carenze di calcio!

Contrariamente a quanto si possa pensare moderne ricerche hanno dimostrato che le popolazioni che assumono una minore quantità di Calcio presentano un'ossatura più forte, probabilmente perché chi mangia cibi molto ricchi di Calcio ingerisce allo stesso tempo cibi a reazione acida, che sottraggono Calcio al corpo. Il formaggio ad esempio è molto ricco di Calcio ed è anche fortemente proteico tanto che, se mangiato in quantità eccessive, o associato ad altri alimenti proteici, provoca la perdita di Calcio e di altri minerali alcalini. Ecco perché i vegani sono meno soggetti ad osteoporosi: poiché assumono una quantità di proteine inferiore, ma soprattutto più equilibrata rispetto agli onnivori. Inoltre il calcio si trova anche nel mondo vegetale: nelle mandorle secche, nel lievito di birra, nei fichi secchi, nei vegetali a foglia larga.

Sei vegano? Mangi solo insalata!

La dieta vegan è molto ricca, ben bilanciata e molto gustosa! Inoltre si può esplorare e prendere spunto dalla cucina etnica (indiana, cinese e giapponese in primis), anche se nella nostra cucina troviamo già una grandissima varietà di alimenti.

Sei vegano? Quindi non puoi fare sport!

Esistono sportivi vegetariani o vegani che fanno sport anche a livello agonistico. Anzi sono numerosissimi!

E' normale nutrirsi di animali. Succede anche in natura!

Dimentichiamo però che in natura non esistono gli allevamenti; dimentichiamo che l'aspettativa di vita di un animale sarebbe molto più lunga e dimentichiamo che a differenza di una tigre noi possiamo evitarlo. Insomma dimentichiamo il nostro presunto raziocinio e ci affidiamo alle leggi di natura solo quando ci fa comodo.

Se tutti diventassimo vegani, ci sarebbero gravi conseguenze ambientali!

Niente di più falso. I dati che dimostrano che un'alimentazione vegan sia di beneficio per l'ambiente sono evidenti: l’allevamento di animali – sia per produrre carne che per produrre altri derivati – comporta un enorme spreco d’acqua; contribuisce in maniera rilevante all’effetto serra; è la principale causa della deforestazione ed è altamente inquinante, non solo a causa dell’allevamento stesso, ma anche per la produzione di foraggio e per i trasporti di mangimi e animali. 


PHOTO GALLERY


 
CONDIVIDI: