VEGAN PER NUTRIRE IL MONDO


Non aspettare che sia il mondo a cambiare te,

cambia te stesso per cambiare il mondo!

Il 1°Novembre di ogni anno si celebra il World Vegan Day: è la giornata ideale per dimostrare che essere vegan significa lottare per la liberazione e il benessere di tutti gli animali, umani e non umani! 

In un periodo di crisi e tensioni sociali come il nostro è necessario dare il giusto valore al cibo, imparare a non sprecarlo e soprattutto a condividere quello che abbiamo con gli altri. Un'alimentazione veg del resto è anche la risposta più semplice, attuabile e sostenibile per cambiare le cose e fare in modo che tutti abbiano almeno di che nutrirsi e di che sopravvivere dignitosamente.


In tutta Italia si organizzeranno eventi per portare cibo, vestiti e soprattutto sorrisi ai più bisognosi.


Tutti possono fare qualcosa: proponiamo di organizzare nella vostra città un'iniziativa con lo scopo di dare un esempio concreto (e con la speranza che possa ripetersi nel corso del tempo e diventare continuativo!).

Fateci sapere sulla pagina facebook dell'evento se avete intenzione di partecipare e dove, in modo da organizzare le persone che vogliono aderire all'iniziativa nella stessa città. 

Alcuni suggerimenti su cosa preparare:
- tè e caffè dolcificati con zucchero di canna grezzo da trasportare nei termos;
- panini con verdure, hummus, salse vegetali, falafel, hamburger di legumi;
- pizze, focacce, farinate di ceci;
- frutta secca come noci, nocciole, mandorle;
- frutta fresca di stagione come mele, pere, uva;
- insalate di farro, di orzo o di riso;
- torte vegan da distribuire a fette, muffin, biscotti;
- pane secco o cibo vegan per i cani.

Potete inoltre portare vestiti, coperte, asciugamani, etc.

Potrebbe essere anche una buona occasione per liberarsi di quegli indumenti frutto dello sfruttamento animale rimasti nell'armadio come pellicce, pelli, piumini, maglioni e coperte in lana o semplicemente capi che non vi vanno più bene.


Per avere maggiori informazioni potete scriveteci a info@animalamnesty.it

Documentate il vostro World Vegan Day con foto o pensieri significativi e mandateceli: li pubblicheremo!

Il Vegan Charity Day cerca di denunciare l’emarginazione, contribuendo alla fine dello sfruttamento e della distruzione della Terra. Vogliamo che questa iniziativa non resti un evento isolato, ma venga presa d'esempio e diventi un gesto quotidiano. Non sembra essere rimasto molto tempo per salvare il nostro Pianeta dalla catastrofe: è giunta l’ora di scendere in strada e affrontare i problemi in prima persona.

La liberazione umana, animale e della Terra sono progetti interconnessi che devono essere combattuti come un solo, unico obiettivo. Il veganesimo è una risposta essenziale per la pace, per l'ecologia, per la sostenibilità, contro la fame nel mondo e il superamento delle crisi più gravi che affliggono questo pianeta.

Basta ricordare che il solo bestiame consuma il 70% della produzione dei cereali in Usa, nonostante il tasso di conversione in carne sia ridicolo (un rapporto che nel miglior caso è di 1 a 7). Un chilo di carne di vitello costa mediamente 35 metri quadrati di foresta, 15.500 litri d’acqua, 15 chili di cereali e 36 chili di Co2. Si abbattono le foreste per adibirle a pascolo, ma questi terreni in poco tempo diventano sterili e rendono necessario abbattere altre foreste. L'acqua viene sprecata nella produzione zootecnica, sia per far crescere cereali per mangimi, sia per dare da bere agli animali, ma soprattutto per lavare le stalle e ancora di più i macelli da sangue e letame (inquinando inoltre le falde acquifere sia direttamente che a causa dei materiali tossici usati ad esempio per conciare i pellami). Il 18% delle emissioni di gas serra è dovuto agli allevamenti (per fare un confronto tutti i mezzi di trasporto della Terra sono responsabili del 13%), sono inoltre causa del 35-40% delle emissioni di metano, del 65% di ossido di azoto e del 64% delle emissioni di ammoniaca (un gas che contribuisce significativamente alle piogge acide).

Ma rendersi conto dell'intollerabile sfruttamento animale è anche il modo migliore per aprire gli occhi sugli altri sfruttamenti, mettere in dubbio la scala gerarchica su cui si basa la nostra società, una gabbia rigidamente difesa in cui ogni diversità è vista con sospetto e che trova nel denaro l'unica variabile accettata, l'unica unità di misura per l'esistente.

Noi vogliamo valere come vite e lo stesso vogliamo per ogni essere vivente.

Tutto è collegato, i destini di tutte le specie su questo pianeta sono strettamente intrecciati. Le scelte che facciamo non influenzano solo la nostra vita, ma anche quella di tutti gli altri: se sterminiamo gli animali, se devastiamo gli habitat e gli ecosistemi, se trasformiamo le foreste in deserti peggioriamo il riscaldamento globale, inquiniamo l'ambiente e uccidiamo il futuro delle prossime generazioni pezzo dopo pezzo.

Nutriamoci con cibo vegan per nutrire il mondo, per salvaguardare ogni essere vivente.


Più cibo vegan vuol dire più cibo per tutti!


PHOTO GALLERY


 
CONDIVIDI: