NON DARE IL 5 X 1000 ALLA VIVISEZIONE!


Ogni anno in Italia 900.000 animali vengono torturati ed uccisi nel segreto dei laboratori. Lo scopo viene chiamato ricerca, il mezzo sperimentazione animale. Il mandante di questo crimine? Potresti essere tu.
Se non vuoi finanziare la vivisezione, scegli con molta attenzione a chi donare il 5 X 1000.

Li vediamo fare capolino da ogni strada, vicolo, piazza nascosti tra uova di cioccolato ed azalee. Li vediamo tendere la mano per elemosinare dallo schermo della tv. Vediamo il loro logo stampato su volantini e manifesti a sponsorizzare maratone e concerti.
Non c’è luogo che non valga la pena occupare, evento che non valga la pena presenziare, persona che non valga la pena convincere.
Natale, Pasqua, festa della mamma, del papà, di chiunque venga loro in mente.
Ogni occasione è buona.
Comprare una piantina per strada o donare un euro ai bambini malati sono gesti che ormai hanno quasi perso la loro innocenza e connotazione generosa.
Sono gesti che nella maggior parte dei casi ci rendono complici di un crimine.
Il mostro affamato della vivisezione tende i suoi tentacoli ovunque e fagocita tutto ciò che può. Soldi, soldi, soldi. E ancora soldi.
I nostri soldi.
E in questi giorni il mostro è ancora più affamato e rapace. Cosa vuole? La preda più ambita: il nostro 5 x 1000.
Associazioni, istituti, università fanno cassa anche attraverso le tasse.
Ricordiamo che la maggior parte delle associazioni ed istituti che si occupano di ricerca medica investono parte dei fondi ottenuti con il 5 x 1000 nella vivisezione.
Se decidete di donare soldi ad un’Università sappiate che in tutte le facoltà bio-mediche si pratica la vivisezione.
Va inoltre sottolineato che anche le preferenze date al solo settore (ricerca scientifica, sanità, volontariato, etc… ) senza segnalare un nome specifico di Associazione contribuiscono a far ingrassare il mostro: i soldi vengono distribuiti in modo proporzionale tra i vari beneficiari e le associazioni che praticano la vivisezione, sempre ai primi posti della classifica, finiscono per accaparrarsi le mancate preferenze del settore cui appartengono.
Ogni anno milioni di contribuenti diventano, anche inconsapevolmente, i mandanti di un crimine.
Scegliere con leggerezza o senza essersi informati o semplicemente perché è l’unica alternativa che si è vista in televisione a chi destinare il 5 x 1000 significa riempire le casse
di chi ha fatto della tortura e della morte di esseri senzienti un business. Un affare giocato sulla pelle degli animali da laboratorio, ma anche dei malati che una ricerca inutile e crudele non riesce a guarire o curare.
Basti citare le cifre riferite all’anno 2011 pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate.
Nel Settore Ricerca Scientifica troviamo al primo posto AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) che tra scelte espresse e scelte generiche incassa 34.230.837,99.
Al secondo posto AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) con 3.822.175,85, al quarto posto Fondazione Telethon con 1.878.018,68 e al nono posto l’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri con 519.169,27. Nel Settore Sanità troviamo ancora al primo posto AIRC con 14.840.461,30, seguita dalla Fondazione Italiana Sclerosi Multipla Onlus con 1.032.941,14, poi Fondazione Telethon con 306.334,74 e ancora l’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri con 118.083,01.
Va ricordato che diverse delle associazioni citate e già presenti nei settori ricerca scientifica e sanità sono presenti come beneficiarie di milioni di euro anche nel settore Onlus e Volontariato.
Questo solo per citare i nomi più noti.
Il ministero della Salute ci informa che negli ultimi anni, a dispetto di una ricerca che afferma di limitare allo stretto indispensabile l’utilizzo di cavie da laboratorio, il numero di animali è notevolmente aumentato.
E la colpa è anche di chi, con scelte poco ponderate e per ignoranza, finanzia un business che ogni anno tortura e uccide oltre un miliardo di animali nel mondo senza aiutare davvero i malati.

La domanda sorge spontanea: cosa fare per non finanziare la vivisezione?
Decidere di destinare il 5 x 1000 ad associazioni che non fanno ricerca medica o ad associazioni che hanno ufficialmente dichiarato di non finanziare studi su animali e che si oppongano pubblicamente alla vivisezione.
Scegli chi combatte per la vita, non chi fa del proprio interesse (gloria e denaro) l’unico valore.

Da quest'anno se vuoi puoi donare il tuo 5x1000 anche ad Animal Amnesty ONLUS, per finanziare le lotte contro la vivisezione presenti e future che l'associazione porterà avanti. Nella sezione 5x1000 al volontariato indica il codice fiscale: 97660100153


 


PHOTO GALLERY


 
CONDIVIDI: